Pubblicazioni2019-08-29T17:33:11+02:00

PUBBLICAZIONI

Due agili pubblicazioni sotiche-monografiche relative al compositore piemontese don Carlo Giuseppe Novarina, le tracce della sua vita, gli ambienti culturali e sociali, le opere rimaste…

CARLO GIUSEPPE NOVARINA 1712 – 1790
Parroco – Musicista

A cura di Alessio Lucchini e Fiorella Mattioli Carcano

[…] “un personaggio particolare e affascinante oltre ogni aspettativa”. “Un sacerdote che scriveva musica” ci riporta nella possibilità, per un modesto prete, di donare al suo tempo qualcosa di inedito e di nuovo e di esercitare il suo ministero litrgico, nel suo piccolo borgo, con dedizione ed attenzione esemplari. Questo pezzo di storia lontana ci farà percorrere strade inedite e creative, per lasciare questo nostro mondo un po’ migliore di come lo abbiamo trovato. Carlo Giuseppe Novarina con i suoi talenti lo ha fatto…

Cantori di San Cipriano

cinque indizi su
CARLO GIUSEPPE NOVARINA
1715 circa – 1790

Pubblicazione realizzata con i Patrocini dell’Assessorato alla Cultura Città di Omegna e dell’Associazione Storica CUSIUS di Miasino (NO)

[…] Il ritrovamento di documenti sulla famiglia Novarina a partire dal ‘600, i manoscritti, gli autografi hanno consentito ad Alessio Lucchini di avviare un interessante lavoro che si può inserire nelle “microstorie” che ormai fioriscono in ogni luogo in cui ci siano diligenti e appassionati cultori del nostro passato remoto o più recente. Uno spaccato di vita che si articola nei vari settori, dall’attività imprenditoriale, artigianale, alla cultura materiale, alla cultura in senso lato sia essa pittorica, musicale letteraria…

PUBBLICAZIONI AUDIO

Le presenti pubblicazioni, di ambito storico musicale, vengono licenziate sotto il patrocinio e l’egida di Enti, Comuni, privati; hanno intento documentaristico.

Messa di San Fermo 1739

  1   Kyrie
  2   Gloria
  3   Credo
  4   Sanctus
  5   Agnus Dei
  6   Kyrie
  7   Gloria
  8   Credo
  9   Sanctus
10   Agnus Dei
11   Segnali militari (estratti dalla Messa)

Il primo giugno 1739, giorno di San Fermo, veniva firmata la Pace di Parigi: con questo atto si concludeva la Guerra di Successione Polacca. Per cinque anni (dal 1733 al 1738) l’Europa aveva visto contrapporsi due coalizioni statali (Confederazione Polacco-Lituana pro Stanislao I, Regno di Francia, Regno di Spagna, Regno di Sardegna e Ducato di Parma da un lato, Confederazione Polacco -Lituana pro Augusto III, Sacro Romano Impero, Elettorato di Sassonia, Regno di Prussia e Impero Russo dell’altro), che sostenevano al trono di Polonia due pretendenti diversi: Stanislao Leszczynski e Federico augusto Wettin, detto il Sassone. Tanti soldati sui due fronti, numerosi scontri e battaglie, molti caduti e, alla fine, il ritorno alle proprie dimore. Tra i reduci della Guerra di Successione Polacca si può enumerare un anonimo musicista: uno dei circa ottanta trombettieri militari di Re Carlo Emanuele III Savoia. La sua provenienza? Quarna Sopra (Verbania)… Il soldato musicista, come in uso nel Cinquecento e Seicento, ritornando a casa, rendeva grazie a Dio per la vita salvata e per la vittoria conseguita componendo una “Messa dell’uomo armato”, vale a dire inseriva i testi sacri del Kyrie, del Gloria, del Credo, del Sanctus e dell’Agnus Dei sui motivi “militari” (ordinati e arrangiati) utilizzati dalle truppe dell’Esercito Sabaudo (compresi i Reggimenti Svizzeri e Alemanni) per le azioni militari durante la Guerra di successione Polacca. Le note della “carica”, della “ritirata”, degli “avanzamenti di truppe” del “cambio direzione” divennero passi musicali di preghiera “innalzata” sia da coloro che erano ritornati a casa salvi, sia per coloro che erano caduti negli scontri.

Cantori di San Cipriano

Messa n°4 op 16

1 Sol ecce surgit
2 Kyrie
3 Gloria
4 Alleluja
5 O Sacrum Convivium
6 Sanctus
7 O Salutaris Hostia
8 Regina Caeli

“Il Giuramento” op. 17

9 Inno

Messa Militare

dedicata alla Gloriosa Arma di Cavalleria d’Italia. E un inno a San Giorgio, Patrono dell’Arma di Cavalleria, su testo del Generale Dario Temperino.
Messa in Do Maggiore per coro a quattro voci (SATB), tenore solista, baritono solista e pianoforte. “Alla Gloriosa Cavaleria Italiana” messa articolata in otto brani di breve-medio respiro costruiti su temi incisivi e differenziati per ciascun singolo movimento. Il primo brano “Sol ecce surgit”, così come il brano di comunione “O salutaris Hostia”, presentano l’alternanza concertante tra le voci soliste e la dinamica del “tutti” corale. I brani del “Kyrie”, del “Gloria”, dell'”Alleluja” e del “Sanctus” rispondono ai canoni di linearità testuale, e brevità dossologica, esatti nelle disposizioni del Concilio Vativano II in materia musicale. “O Sacrum Convivium” e “Regina Caeli” risultano essere delle elaborazioni concertanti di spunti tematici liederistici. La fluidità ritmica dei temi richiama, ad ispirazione, il rumore di alcune andature dei cavalli.

Inno a San Giorgio

Un inno a San Giorgio, Patrono dell’Arma di Cavalleria, su testo del Generale Dario Temperino.
Inno a San Giorgio, op. 17, per coro all’unisono e pianoforte. Inno in forma ciclica su tre temi e movimento d’introduzione/chiusura. È concepito musicalmente e ideologicamente come una composizione di forma incatenata: in quanto “Inno Sacro a carattere militare” le ripetizioni tematiche dell’inizio e della fine hanno l’intenzione di figurare una sorta di collegamento dei valori etici, militari e cristiani tra i Cavalieri di tutte le epoche al di là delle lingue e delle culture. Il testo impiegato nell’Inno op. 17 è l’adattamento ritmico di una preghiera a San Giorgio scritta dal Generale Dario Temperino, Priore del Tempio Sacrario dell’Arma di Cavalleria di Voghera.

Cantori di San Cipriano

Messa (breve) in Do maggiore

1 Kyrie
2 Gloria
3 Credo

Messa da Requiem in Fa minore

4 Requiem
5 Kyrie
6 Domine Jesu
7 Sanctus
8 Agnus Dei
9 Lux Aeterna
10 Dies Irae
11 Magnificat

Salve Regina in Do maggiore

12 Salve Regina

Realizzazione dell’Opera Omnia del compositore don Carlo Giuseppe Novarina. (CD1)

Cantori di San Cipriano

Messa in Sol (incompiuta)

1 Kyrie
2 Gloria
3 Credo
4 Sanctus

Introito

5 Christus factus est

Realizzazione dell’Opera Omnia del compositore don Carlo Giuseppe Novarina. (CD2)

Cantori di San Cirpiano

Giuseppe Verdi
sei romanze (1839)

1 Non t’accostare all’urna
2 More, Elisa, lo stanco poeta
3 In solitaria stanza
4 Nell’orror di notte oscura
5 Perduta ho la pace
6 Deh, pietoso, oh Addolorata

Pietro Marazzini

7 Oh salutaris Hostia

Il CD Verdi Marazzini

viene realizzato nel bicentenario della nascita del Maestro di Busseto in omaggio al medesimo. A fianco delle romanze giovanili di Verdi, in ottemperanza allo spirito di ricerca della nostra Associazione, si trova un inedito di Giueseppe Marazzini: O Salutaris Hostia, un offertorio di gusto verdiano, opera del Maestro novarese vissuto a cavallo tra 1800 e il 1900.